Notizie
Adesso stai leggendo
La pompa di liquidità è stata attivata per il terzo trimestre. Le grandi tecnologie stanno superando le criptovalute?
0

La pompa di liquidità è stata attivata per il terzo trimestre. Le grandi tecnologie stanno superando le criptovalute?

creato Daniel KosteckiLuglio 8 2024

Operazioni facilitazione per quantità (QE) effettuato da Federal Reserve durante la pandemia hanno avuto un impatto significativo sulle operazioni di pronti contro termine (considerate come eccesso di liquidità del settore finanziario), facendole aumentare fino al livello record di 2,5 trilioni di dollari, ovvero oltre il 10% del PIL statunitense. Questo aumento è stato il risultato dell’introduzione di quantità significative di liquidità nel sistema finanziario, volte a stabilizzare l’economia durante e dopo la pandemia di COVID-19. Mentre la Fed continuava il QE, le istituzioni finanziarie iniziarono a collocare liquidità in eccesso nel sistema di pronti contro termine inverso della Fed, il che ha portato ad un eccesso di liquidità, con il capitale in attesa di un’opportunità migliore per allocare rispetto al tasso che la Fed paga alle operazioni di pronti contro termine inverse.

Il volume dei pronti contro termine attivi continua a diminuire

Dall’inizio del 2023, il volume delle operazioni di pronti contro termine inverse è diminuito costantemente fino a circa 400 miliardi di dollari attuali e si prevede che diminuirà nei prossimi mesi. Questo calo può essere attribuito alla maggiore emissione di buoni del Tesoro, che pagano tassi di interesse più elevati rispetto alle transazioni con la Fed, che ha fornito alle istituzioni finanziarie alternative interessanti per allocare contanti, che ha ridotto la necessità del meccanismo di reverse repo della Fed, ma ha anche fornito la possibilità di mercati con Buoni del Tesoro come garanzia per altre transazioni di mercato (i buoni del Tesoro sono trattati come uno strumento privo di rischio perché sono a breve termine).

Calo delle transazioni repository inverso di circa 2,1 trilioni di dollari indica che questa liquidità è stata riassorbita nel sistema finanziario e questo cambiamento ha potenziali implicazioni per le valutazioni delle attività nei mercati finanziari. Una maggiore disponibilità di liquidità sul mercato consente agli investitori di assumersi maggiori rischi, il che contribuisce ad un aumento dei prezzi di vari strumenti finanziari, comprese le azioni e le criptovalute. Questo fenomeno può contribuire alla crescita significativa delle big tech negli Stati Uniti, cosa che può essere facilmente spiegata anche con il tema dell’intelligenza artificiale. Anche i prezzi dei Bitcoin sono aumentati fortemente nel primo trimestre, e la crescita si è fermata nel secondo trimestre quando le operazioni di pronti contro termine inverse si sono stabilizzate a causa della mancanza di emissione netta di buoni del Tesoro.

Le grandi aziende tecnologiche cresceranno?

Si prevede che questo trimestre porterà una nuova emissione di banconote per un importo di 290 miliardi di dollari, che potrebbe contribuire ad aumentare le valutazioni delle big tech e forse anche di BTC. In altre parole, è probabile che la grande tecnologia cresca più del bitcoin in questo trimestre, ma se il bitcoin inizierà a crescere, probabilmente non si tratterà solo della grande tecnologia.

Cosa ne pensi?
Io
33%
interessante
67%
Eh ...
0%
Shock!
0%
Non mi piace
0%
ferita
0%
Circa l'autore
Daniel Kostecki
Capo analista di CMC Markets Polska. Privatamente sul mercato dei capitali dal 2007 e sul mercato Forex dal 2010.

Lascia una risposta