principiante
Adesso stai leggendo
Adam Neumann – l'uomo che ha rovinato Softbank [WeWork, part E]
0

Adam Neumann – l'uomo che ha rovinato Softbank [WeWork, part E]

creato Forex ClubAprile 4 2024

Crescita veloce, ingenti capitali per la crescita, personaggi famosi del mondo della finanza “a bordo”. Tutti questi fattori sembrano creare l’ambiente perfetto per creare una grande azienda in grado di dominare il proprio settore. Tuttavia, ciò che spesso è più importante è ciò che è invisibile a livello di resoconti e messaggi PR: la cultura aziendale, la personalità del capo, nonché il mercato stesso e le sue specificità. Un riassunto in due parti della storia sarà pubblicato nel Forex Club Lavoriamo e Adam Neumann. L'azienda avrebbe dovuto rivoluzionare il settore degli affitti immobiliari per aziende e liberi professionisti. Per molti anni sembrava che le folli aspettative del CEO dell'azienda per la crescita futura cominciassero a materializzarsi. Ma nel giro di pochi anni il suo valore scese da 47 miliardi di dollari a quasi zero. Qual è stata la ragione? Si tratta davvero di un capo eccentrico e del suo entourage, o forse è semplicemente una delle vittime dell'inaridimento delle fonti di denaro a buon mercato dopo l'aumento dei tassi di interesse negli Stati Uniti. Vi invitiamo a leggere la prima parte dedicata ad Adam Neumann. Nel prossimo articolo presenteremo l’anatomia del crollo di WeWork.

Adam Neumann e la sua storia

In un articolo su un miliardario giapponese, Masayoshi Son, abbiamo detto che credeva molto più nelle persone che nei numeri. Così è stato anche quando Sona si è lasciata convincere dalla personalità di Adam Neumann ad investire. Come si è scoperto in seguito, è stato uno dei più grandi errori di investimento commessi dai giapponesi. Questo è interessante perché Son ha avuto migliaia di conversazioni con imprenditori. Pertanto, dovrebbe distinguere il grano dalla pula senza ostacoli. Tuttavia, questa volta non ha funzionato. Chi era Adam Neumann e che impatto ha avuto sullo sviluppo di WeWork? Adam è una personalità eccentrica che afferma di voler vivere per sempre e diventare in futuro il presidente del mondo intero. Le ambizioni non gli mancavano.

Dislessico, analfabeta e residente in un kibbutznik

Adam Neumann è nato nel 1979 nella città israeliana di Beersheva. Per chi è interessato al calcio, il nome è piuttosto noto perché lì gioca l'Haopel, che qualche anno fa ha giocato nella European Conference League con Śląsk Wrocław e Lech Poznań. Neumann ha avuto un'infanzia difficile. I suoi genitori divorziarono quando lui aveva 7 anni e il ragazzo ebbe problemi con la sua istruzione. Non sapeva leggere e scrivere fino alla terza elementare, il che era spiegato dalla grave dislessia. Da giovane viveva in un Kibbutz nel sud di Israele. In seguito ha ricordato che l'ebraismo ha avuto un'influenza significativa su di lui nella sua vita professionale e personale. Beh, sicuramente ha fatto un pisolino mentre imparava i 10 comandamenti.

Il punto di forza di Neumann era il suo spirito imprenditoriale e l'elevata propensione al rischio. Adam non è il tipo di persona che prende decisioni lentamente dopo aver analizzato a fondo il problema. Spesso ascoltava il suo intuito ed era capace di contagiare gli altri con il suo entusiasmo. Come si è poi scoperto, questo era un asso nella manica, grazie al quale non ci sono state porte chiuse per lui... almeno per un po'.

Gli Stati Uniti premiano i coraggiosi

Alla fine, Adam si rese conto che avrebbe avuto la possibilità di svilupparsi negli Stati Uniti. Di conseguenza, si è trasferito a New York. Lì ha frequentato la Zicklin School of Business. Gli venne un'idea Noi viviamo, ovvero appartamenti in affitto con spazi condivisi per cucinare, lavare e pulire. Tuttavia, l’idea presentata nel concorso imprenditoriale è stata eliminata al secondo turno perché la giuria riteneva che sarebbe stato difficile cambiare il modo di vivere delle persone. Neumann non completò immediatamente i suoi studi. Lo ha fatto... solo dopo 15 anni, cioè nel 2017, quando era amministratore delegato di un'ammirevole azienda Lavoriamo.

00 Zicklin

Logo Zicklin. Fonte: wikipedia.org

Negli Stati Uniti Neumann fondò un'azienda Krawler, che produceva abbigliamento per bambini. L'azienda offriva prodotti di alta qualità per bambini, che fornirono a Neumann i fondi per realizzare altre idee imprenditoriali. È stato anche un argomento forte quando cercava persone disposte a investire nell'idea della sua vita. Le società di venture capital e i business angels sono molto più disposti ad ascoltare le persone che hanno già creato un'azienda redditizia. Per un’istituzione, una storia del genere è la migliore conferma che vale la pena rischiare.

Come è venuta ad Adam l'idea di WeWork? È iniziato per caso. Krawlers aveva sede a Brooklyn, più precisamente Dumbo (vicino al ponte di Brooklyn). Lì incontrò un famoso architetto Michele McKelvey, che vi aveva anche un ufficio. I due sono diventati abbastanza amici da condividere le loro storie di vita e idee imprenditoriali. Nel 2008 notarono che c'era molto spazio inutilizzato nell'edificio che stavano affittando. Decisero di costituire una società che affittasse i locali ad un buon prezzo (era un periodo di forte rallentamento del mercato) e poi affittasse lo spazio ad un prezzo più alto per un breve periodo di tempo. In una frase l'idea era quella di assumersi passività a lungo termine che sarebbero state ripagate dall'affitto dello spazio a breve termine. Rischioso? Certamente. Ma allora, i prezzi degli affitti negli Stati Uniti erano molto bassi perché il contesto di mercato era decisamente terribile. Le aziende sono fallite, le persone hanno perso il lavoro e molti istituti finanziari si sono trovati in gravi difficoltà. Nasce dall'idea di due amici Scrivania verde, che è stato il capostipite di WeWork.

All'inizio della sua costruzione, con risorse finanziarie limitate, l'oboe cercò a lungo un edificio adatto che avesse tutto ciò che cercavano: posizione, prezzo e elevata funzionalità. Alla fine trovarono un edificio interessante, che era un magazzino vuoto in Water Street a New York. Adam si innamorò immediatamente di questo posto. A sua volta, il proprietario del magazzino era scettico perché temeva che il nuovo inquilino non avesse abbastanza esperienza e capitale. Secondo i suoi ricordi, avrebbe chiesto ad Adam:

“Produci abiti per bambini, cosa sai del mercato immobiliare?”

A questo Neumann avrebbe dovuto rispondere:

“Il tuo edificio è vuoto. Cosa sai del mercato immobiliare?”

Alla fine l'affittuario ha firmato il contratto ed è iniziata l'avventura di Neumann sul mercato immobiliare.

Neuman come amministratore delegato dell'azienda: un momento di sviluppo e di eventi

01 Neumann

Adam Neumann. Fonte: wikipedia.org

Nel 2010, WeWork è stata fondata e ha raccolto capitali dallo sviluppatore immobiliare di Brooklyn Joel Schreiber. L'investitore ha pagato 15 milioni di dollari per il 33% delle azioni della società. Il promotore è stato convinto dalla visione di uno spazio ufficio raffinato che dovesse avere uno standard uniforme indipendentemente dalla città o dal paese. Inoltre, WeWork prevedeva di costruire una comunità “NoiLavoratori” e monetizzarli con servizi aggiuntivi.

I primi locali divennero un vero successo sul mercato. Il motivo era che erano ben progettati e l'azienda disponeva di un ottimo reparto marketing. L'offerta dell'azienda ha soddisfatto le aspettative di persone come Adam, ovvero giovani imprenditori che volevano conquistare il mondo. Queste persone non volevano leggere contratti lunghi per l'affitto di spazi che non fossero sufficientemente flessibili. Un altro svantaggio di molti uffici era che... non erano estetici, il che scoraggiava i giovani imprenditori dall'affittarli. Perciò i primi edifici WeWork sono diventati oggetti iconici. La gente gareggiava per un posto vuoto. Ciò era dovuto anche all'atmosfera specifica che regnava in quei luoghi. L'incontro di molte persone che avevano visioni simili del mondo ha creato ottime condizioni non solo per gestire un'impresa, ma anche per costruire una rete di contatti. Si potrebbe dire che è stato così “Linkedin stazionario”.

Dopo il successo iniziale, Adam ha voluto sviluppare ulteriormente l'attività. Decise molto rapidamente di espandere la sua attività nelle più grandi città degli Stati Uniti. Il problema era la mancanza di denaro, derivante dal modello di business dell'azienda. Inizialmente, WeWork ha sostenuto costi enormi legati all’adattamento dell’edificio. Poi ci sono voluti da diversi a una dozzina di mesi per riempire l'edificio. Pertanto, il periodo di rimborso inizialmente era di 18 mesi. I clienti di solito non pagavano "in anticipo" per diversi mesi, ma saldavano i propri obblighi su base continuativa. Ciò significa che inizialmente l'azienda ha perso denaro, che avrebbe dovuto recuperare con gli interessi "in futuro". Per realizzare la visione di Neumann erano necessari capitali, nello specifico centinaia di milioni di dollari. Come convincere gli investitori che WeWork è un'ottima idea di investimento, completamente diversa dal "noioso" settore immobiliare? Adam ha avuto un'idea brillante: WeWork funziona come SaaS, cioè Lo spazio come servizio. Era un riferimento alle aziende SaaS (Software as a Service), che erano molto di moda nella seconda decade del 21° secolo. WeWork non ha affittato spazi, no. Offriva spazio di lavoro combinato con numerosi servizi e il potenziale per monetizzare i clienti. Il cliente non ha affittato una scrivania, lo hanno fatto altre noiose aziende. In WeWork, questa era la persona che stava diventando membro della comunità, che era unico. Molti investitori hanno accettato questa visione, inclusa Softbank, e non solo chiunque. Questa holding di investimenti giapponese era nota per avere un occhio attento verso molte startup di successo. Come si suol dire, è entrata Softbank "all'incirca". Nel 2017, Softbank e Vision Fund hanno investito 4,4 miliardi di dollari in WeWork. Dopo una dozzina di mesi circa, pagò altri 2 miliardi di dollari, per una valutazione di... 47 miliardi di dollari. Per il record - A quel tempo, l’azienda non generava nemmeno 3 miliardi di dollari di ricavi.

Gli investitori sono stati sicuramente convinti dall'enorme fiducia in se stesso di Neumann. Era il tipo di showman che poteva affascinare folle di persone. In secondo luogo, ha funzionato Effetto FOMO. Negli anni 2010 – 2019 sono nate moltissime startup che hanno raggiunto miliardi di capitalizzazioni. I bambini d'oro includono: Uber, Airbnb, Shopify:. Ognuna di loro ha iniziato ad operare come start-up e, anche se inizialmente non erano redditizie, hanno regalato agli azionisti enormi profitti nei successivi round finanziari. Molti fondi di capitale di rischio erano alla disperata ricerca di aziende con almeno una moderata probabilità di successo. Per Neuman, questo contesto di mercato era una manna dal cielo. Potrebbe facilmente trovare investitori disposti a investire nella sua società immobiliare tecnologica. Avere Softbank a bordo dal 2017 non ha fatto altro che facilitare l’aumento della valutazione dell’azienda, che ha raggiunto il picco nel 2019.

Sfortunatamente, sebbene Neumann fosse un ottimo venditore e oratore, non era molto bravo a far crescere l’azienda e a gestire i dipendenti. Il suo comportamento nei confronti dei suoi subordinati divenne leggendario. Ad alcuni investitori non piaceva lo stile di gestione stravagante della società. Ad esempio, diversi dipendenti sarebbero stati licenziati perché dopo pochi minuti di conversazione non erano piaciuti al partner di Neumann "aura". Inoltre, non tutti sono rimasti contenti del fatto che, quando l'azienda ha annunciato una riduzione dei posti di lavoro del 7%, Adam Neumann abbia organizzato un incontro sull'integrazione.

02Corrente del Golfo

Gulfstream GS650. Fonte: wikipedia.org

Neumann è stato il protagonista indiscusso negli anni successivi, ma nel 2018 cominciarono ad apparire le prime crepe nella sua immagine. Nel 2018, ha viaggiato dagli Stati Uniti a Israele su un jet Gulfstream G650 noleggiato. Secondo il Wall Street Journal, Neumann e i suoi amici hanno trascorso il volo fumando marijuana. L'equipaggio dell'aereo trovò una scatola con erbe verdi e il proprietario dell'aereo decise di tornare negli Stati Uniti. Di conseguenza, Adam Neumann avrebbe dovuto prenotare un volo separato da Israele agli Stati Uniti.

Alla fine, a Neumann è stato chiesto di dimettersi dalla sua posizione perché ad alcuni investitori non piaceva la posizione di "bambino" come CEO. Il 29 settembre 2019, il Wall Street Journal ha riferito che alcuni direttori di WeWork (legati ad investitori finanziari) hanno chiesto ad Adam Neumann di dimettersi dalla carica di CEO.

Il problema era anche quello durante l'esecuzione IPO Nel 2019 sono venute alla luce diverse cose interessanti. Per esempio, alcune delle proprietà affittate da WeWork appartenevano a... il nostro eroe. Si tratta di un conflitto di interessi teorico? Non necessariamente, ma il disgusto rimaneva comunque. Tuttavia, il vero successo è stata l’estrazione creativa di denaro dall’azienda. Ad esempio: WeWork doveva cambiare il suo nome in We, i diritti sul nome e sul logo furono acquistati da We Holdings per 5,9 milioni di dollari. L'intera questione è resa più interessante dal fatto che il proprietario della We Holdings era, tra gli altri,… Neumann. Ora pensiamoci: sei un milionario, forse anche un miliardario. È davvero necessario prelevare soldi in questo modo? Non puoi semplicemente chiedere al consiglio di sorveglianza un aumento o un premio per la prestazione? Alla fine, l’amministratore delegato è stato costretto a annullare la transazione. Infine, il 24 settembre 2019, Adam Neumann si è dimesso e gli sono succeduti Artie Minson e Sebastian Gunningham.

Congedo per malattia e una nuova vita

Tuttavia, non è facile licenziare una persona che detiene una quota significativa di diritti di voto (Neumann aveva azioni privilegiate di voto). In definitiva, la partenza del fondatore di WeWork è costata molto. Secondo l'accordo, ha ricevuto quasi 300 milioni di dollari (compresi, tra gli altri, servizi di consulenza). Inoltre Softbank ha accettato di riacquistare parte delle azioni di Neumann in caso di IPO. Questo è successo nel 2021. Ha ricevuto oltre 480 milioni di dollari in contanti per il blocco di azioni. Secondo i calcoli di Bloomberg, Dopo aver lasciato l'azienda, Adam Neumann ha guadagnato circa 770 milioni di dollari. Non male per un’azienda che è diventata inutile solo due anni dopo la sua IPO. Si può quindi affermare che l'ex amministratore delegato di WeWork ha negoziato duramente con Softbank ed è riuscito a guadagnare di più dalla società rispetto alla holding di investimento giapponese. Questo è un bel risultato.

Dopo la sua avventura con WeWork, Adam Neumann non ha smesso di cercare investitori che credessero nelle sue capacità e volessero avviare una collaborazione con lui. Informazioni piuttosto interessanti sono apparse su Internet nel 2022. Poi Andressen Horowitz (un fondo molto famoso) ha investito nella nuova società di Neumann. Era lui Flow, attiva nel mercato immobiliare. Nello stesso anno apparvero informazioni che Adam era indietro Flusso di carbonio, che è una startup che opera come piattaforma dedicata alla tokenizzazione dello scambio di crediti di carbonio. I nuovi progetti si riveleranno un altro flop? Oppure Neumann dimostrerà che la storia di WeWork è un incidente sul lavoro? Vedremo tra qualche anno.

Cosa ne pensi?
Io
50%
interessante
50%
Eh ...
0%
Shock!
0%
Non mi piace
0%
ferita
0%
Circa l'autore
Forex Club
Forex Club è uno dei più grandi e antichi portali di investimento polacchi - forex e strumenti di trading. È un progetto originale lanciato nel 2008 e un marchio riconoscibile focalizzato sul mercato valutario.

Lascia una risposta